local_mallCarrello0
Novità
S.Z. Tartufi Tartufo Uncinato Fresco SECONDA SCELTA - Tuber Aestivum Vitt. var. Uncinatum

Tartufo Uncinato Fresco SECONDA SCELTA - Tuber Aestivum Vitt. var. Uncinatum

Codice: 35153614

Il tartufo Uncinatum Chatin (Tuber Aestivum var. Uncinatum Chatin) è la variante invernale del tartufo estivo. Per SECONDA SCELTA si intendono i tartufi dai 5 ai 20 gr. interi o superiori ai 20 gr poco scalfiti. La scelta non determina la qualit&ag

Scopri di più

Peso

check_circle Disponibile 1-4
  • copyrightProdotto italiano
  • local_shippingSpedizione gratis per ordini superiori a € 150
  • lockPagamenti sicuri con carta di credito
  • assistantVendita tartufi dal 1980

Altre informazioni su questo prodotto

Il tartufo nero uncinato,nome scientifico Tuber Aestivum var. Uncinatum Chatin è un tartufo simile allo scorzone e tuttora ci sono opinioni contrastanti circa l'appartenenza alla specie Aestivum: per alcuni si tratta di una specie sistematicamente distinta, per altri di una differente varietà, altri ancora sostengono che il diverso ambiente permette la maturazione più tardiva.
Presenta una gleba più scura di quella del Tuber Aestivum, quasi color cioccolato negli esemplari maturi, e un peridio con verruche non striate trasversalmente.
La raccolta in Abruzzo avviene prevalentemente in zone fresche con umidità costante tutto l'anno tipo faggeti e mal sopporta la siccità estiva e gradisce le esposizioni a mezzaombra e le altitudini più elevate. Si trova soprattutto in ambienti protetti dall'azione diretta dei raggi solari come valli profonde e versanti esposti a Nord. Matura in autunno, da ottobre a dicembre, nei boschi di latifoglie,specialmente faggeti e querceti,su terreni prevalentemente argillosi o ricchi di humus.
Il periodo di raccolta è dal 1 Ottobre al 15 Marzo.

Conservazione
Il tartufo è un ingrediente molto delicato. E’ possibile conservarlo in luogo fresco e per un breve periodo (massimo 7-10 giorni) avvolto in una garza traspirante e chiuso in un barattolo di vetro.

Prima di consumarlo
Prima di gustare il tartufo assicuratevi di pulirlo bene da ogni traccia di terra, sciacquandolo moderatamente e adoperando una spazzola o un pennellino a setole semidure.

info Hai bisogno di altre informazioni? Clicca qui.

mail_outline Consiglia articolo.

Opinioni dei clienti (mostra tutte)

Potrebbe interessarti anche